LIMITI DI SCARICO ACQUE REFLUE INDUSTRIALI

LIMITI DI SCARICO ACQUE REFLUE INDUSTRIALI

Ti sei mai soffermato a riflettere sul fatto che l’acqua presente sulla terra è sempre la stessa?
La stessa acqua che poi beviamo?
Il ciclo idrologico descrive l’esistenza e il movimento dell’acqua sulla e nella Terra.

 

 

Pensiamo ora all’ acqua che viene scaricata dalle industrie e che entra di prepotenza a far parte del ciclo idrologico diventando quindi acqua del nostro mondo.
Troppo bello sarebbe pensare che la gestione, il controllo e il rispetto possa avvenire solo grazie ad un rispetto etico del nostro ambiente.
Purtroppo in realtà sappiamo bene come funziona!
Non vogliamo parlarvi dell’aspetto morale ma vogliamo concentrarci sull’ unica cosa che funziona per far rispettare questo bene prezioso: LE SANZIONI!

Ogni lavorazione industriale ha delle acque reflue con problematiche differenti, con inquinanti che vanno gestiti con metodologie precise in base alle esigenze di ogni azienda.

Chiunque violi le disposizioni contenute nella legge D.Lgs. 152/2006 superando i limiti tabellari per scarico di acque reflue, sarà sottoposto a una sanzione che può essere:

  • solo amministrativa, da 3.000 euro sino a 120.000 euro, con sospensione o revoca di autorizzazione
  • amministrativa e penale con possibili reclusioni da 3 mesi a 3 anni con sospensione o revoca di autorizzazione.

La depurazione delle acque reflue industriali è obbligatoria sia per evitare le sanzioni che eticamente per avere un ambiente il più possibile privo di inquinanti.

Spesso non servono nemmeno grossi investimenti ma un’accurata manutenzione o una ridefinizione di alcuni piccoli elementi che integrati in modo sapiente garantiscono il risultato richiesto.

Come diciamo sempre: “esperienza significa tempo che passa ma anche valori che si sommano e dalla sua Uniplant, dopo anni passati nella progettazione e costruzione di impianti di depurazione, può fornire senza tralasciare nessun aspetto, la soluzione corretta e personalizzata all’esigenza specifica di ogni azienda”.

E il vostro impianto rispetta i limiti?
Sai quali sono i limiti imposti?
Contattaci anche per una semplice consulenza.

Tel. 0363 070015
Mail: ufficiotecnico@uniplant.org